Cambiamenti climatici, macché complottismo!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Il complottismo è un utile paravento da brandire per coprire un impegno serio, concreto e quotidiano. In questi giorni, abbiamo assistito all’ennesimo gossip di giornalisti poco informati che non esitano a ricorrere a quello che ormai è diventato un marchio a fuoco, quello appunto del complottismo, per deridere e colpire chi si occupa anche di temi generalmente non affrontati od oscurati dai media.

Nel corso del tempo, infatti, si sono susseguiti numerosissimi attacchi denigratori  a portavoce e rappresentanti del Movimento 5 Stelle, con trafiletti e articoli – talvolta deliberatamente estrapolati da ogni contesto o addirittura manipolati – scritti per far passare come idiozia ogni interesse e battaglia reputata scomoda o fastidiosa dal mainstream. Il M5S di solito è aperto ai cittadini: se ci invitano a delle iniziative, partecipiamo, ascoltiamo e valutiamo le problematiche che ci espongono, cercando di capire se gli argomenti sono meritevoli di
attenzione o di azioni.
scie chimiche

Nella fattispecie, sono stato invitato da un gruppo di cittadini preoccupati per la loro salute e per l’ambiente a causa dei comprovati esperimenti di gestione e di manipolazione del clima. Infatti, come spiegano un’agenzia dell’ONU e un’organizzazione non governativa consulente della FAO, da tempo sono in corso numerose sperimentazioni motivate dalle intenzioni di controllare e  modificare le condizioni meteorologiche, anche attraverso l’impiego di mezzi aerei. Mi sono impegnato a cercare di capire, attraverso gli strumenti politici, tecnici e scientifici reperibili nell’istituzione europea di cui faccio parte, se l’incremento dell’inquinamento ambientale non possa avere delle correlazioni anche con queste pratiche.
Noi abbiamo la ferma volontà di approfondire gli argomenti meno affrontati da quei “giornalisti” che hanno smesso di fare reale informazione. 

Temi:
Categorie: Europa

Ti potrebbe interessare anche


Per il vantaggio di pochi, l’Europa è disposta a sacrificare tutti gli altri #Ttip #Ceta

Basta ascoltare bene e a volte, anche i commissari europei, si lasciano andare a considerazioni sincere. Tanto sincere, che anche la commissaria responsabile del Commercio dell’Unione Europea con Stati Uniti, Canada e con gli altri Paesi al di fuori del nostro Continente, vale a dire Cecilia Malmstrom, durante l’audizione di ieri in Parlamento Europeo dice: … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare


#Dieselgate, il rapporto italiano sulle emissioni è un inno all’ipocrisia

Il vaso di Pandora del diselgate è ormai aperto e coinvolgerà, verosimilmente, tutti i produttori di automobili. È stato consegnato alla Commissione EMIS il rapporto italiano sul comportamento emissivo di alcune vetture. È un rapporto scandaloso, che rasenta il ridicolo e che giustamente scatenerà, in Europa, numerose polemiche. Il Governo italiano – come nello stile … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare


#Apple, l’Europa si sveglia ma la proposta è monca

Per anni le grandi multinazionali del digitale in materia di tasse hanno fatto un po’ quello che volevano, sfruttando le voragini normative della solita Europa più presa a guardare i propri interessi che a legiferare prontamente, non dico anticipando (chiederei troppo!), ma per lo meno provando a inseguire i mutamenti economici in atto. Ora, dopo … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare


#NoMesCina, la marcia di protesta a Bruxelles con Beppe Grillo

Le vere riforme sono quelle che tendono la mano ai cittadini, all’economia locale, alla creazione di posti di lavoro qualificati e di lungo termine. Dare alla Cina lo status di economia di mercato distruggerà la possibilità di avere tutto questo. IL GUADAGNO DI POCHI, A DISCAPITO DI MOLTI, QUASI TUTTI  

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare