Cambiamenti climatici, macché complottismo!

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Il complottismo è un utile paravento da brandire per coprire un impegno serio, concreto e quotidiano. In questi giorni, abbiamo assistito all’ennesimo gossip di giornalisti poco informati che non esitano a ricorrere a quello che ormai è diventato un marchio a fuoco, quello appunto del complottismo, per deridere e colpire chi si occupa anche di temi generalmente non affrontati od oscurati dai media.

Nel corso del tempo, infatti, si sono susseguiti numerosissimi attacchi denigratori  a portavoce e rappresentanti del Movimento 5 Stelle, con trafiletti e articoli – talvolta deliberatamente estrapolati da ogni contesto o addirittura manipolati – scritti per far passare come idiozia ogni interesse e battaglia reputata scomoda o fastidiosa dal mainstream. Il M5S di solito è aperto ai cittadini: se ci invitano a delle iniziative, partecipiamo, ascoltiamo e valutiamo le problematiche che ci espongono, cercando di capire se gli argomenti sono meritevoli di
attenzione o di azioni.
scie chimiche

Nella fattispecie, sono stato invitato da un gruppo di cittadini preoccupati per la loro salute e per l’ambiente a causa dei comprovati esperimenti di gestione e di manipolazione del clima. Infatti, come spiegano un’agenzia dell’ONU e un’organizzazione non governativa consulente della FAO, da tempo sono in corso numerose sperimentazioni motivate dalle intenzioni di controllare e  modificare le condizioni meteorologiche, anche attraverso l’impiego di mezzi aerei. Mi sono impegnato a cercare di capire, attraverso gli strumenti politici, tecnici e scientifici reperibili nell’istituzione europea di cui faccio parte, se l’incremento dell’inquinamento ambientale non possa avere delle correlazioni anche con queste pratiche.
Noi abbiamo la ferma volontà di approfondire gli argomenti meno affrontati da quei “giornalisti” che hanno smesso di fare reale informazione. 

Temi:
Categorie: Europa

Ti potrebbe interessare anche


Quale politica agricola europea occorre per creare posti di lavoro? Scriveteci!

L’agricoltura è il settore in cui i posti di lavoro sono più difficilmente delocalizzabili, se collegata a doppia mandata con i prodotti di qualità provenienti dal territorio. Ma negli ultimi decenni la politica ha lasciato che il modello agricolo fosse imposto da grandi gruppi più attenti a ridurre i costi per competere su un mercato … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare


Internet libero, ma anche sicuro

Oggi é la giornata europea della sicurezza su internet. Un europeo su quattro ha avuto problemi sul web come virus, dati personali proditoriamente registrati o rubati, immagini hard o inadatte capitate sotto gli occhi dei bambini, ma anche frodi con perdite finanziarie online. Questi problemi di sicurezza frenano chi naviga su internet a utilizzare i … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare


Attacchi informatici, il Movimento 5 Stelle lavora per rendere Internet più sicuro

Virus, malware, spam e trojans colpiscono ogni giorno un milione di persone. Una cifra enorme, che pesa come un macigno sulle potenzialità del commercio informatico. Perché se i cittadini non percepiscono il web come uno strumento sicuro, il commercio in rete non decolla. Rendere le reti informatiche più sicure ci farebbe risparmiare 368 miliardi l’anno … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare


TTIP, con la scusa della Brexit l’Europa accelera le trattative

L’Europa della Merkel e dei suoi comprimari, Renzi e Hollande, è quella bocciata dai cittadini britannici! La stessa Europa, pochi giorni dopo e nel silenzio generale dell’informazione, conferma il mandato negoziale del TTIP ad un altro degli artefici del fallimento comunitario, Jean Claude Juncker! LEGGETE PERCHE’ IL TTIP RISCHIA DI CAMBIARE (IN PEGGIO) LE NOSTRE … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare