Serracchiani rispondi!

pubblicato il
Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Oggi prendo atto che continuano i sotterfugi e inadempienze da parte della Regione Friuli Venezia Giulia sulla grave situazione di degrado ambientale nell’area di Maniago; situazione venuta alla luce già nel 2015 a seguito delle analisi su due campioni di polli, nei quali è stata trovata una percentuale di diossina al di sopra della norma.

Mi sono rivolto alla Commissione europea e ho conferma che dei dati le sono stati forniti dalla Regione.

Ora non ci sono più scuse. Che dati hanno mandato?

Perché non rispondono? Stanno forse continuando a coprire una situazione di malagestione?

Non si può più continuare a tacere, mettendo in pericolo la salute dei cittadini!

Pretendo che la Regione scopra le carte e adotti tutti i provvedimenti necessari per portare alla luce il responsabile.

Siete in grado di risponderci una volta per tutte?

Serracchiani rispondi!

Categorie: Territorio, Video

Ti potrebbe interessare anche


Il trasporto pubblico gratuito è economicamente conveniente, lo sapevate?

Verso la fine del 2016 ho organizzato quattro incontri nel capoluoghi del  Friuli Venezia Giulia in cui ho invitato a parlare di questo argomento  alcuni esperti di mobilità. Dai confronti è emerso che non solo un progetto spinto di trasporto pubblico gratuito è auspicabile per ovvi motivi, quali ad esempio la riduzione dell’impatto ambientale, il … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare


Inquinamento da diossina nel Maniaghese, non ci arrendiamo

Recentemente abbiamo inviato una nuova documentazione alla Commissione Europea per riaprire il caso inerente inquinamento da diossina rinvenuto in alcuni controlli su polli e uova allevati sui terreni della campagna maniaghese. Sono contento che vi sia un significativo interessamento da parte del territorio per fare piena luce sulla faccenda. Da parte nostra sta proseguendo a … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare


Il digital non può avere confini!

Dopo mesi di duro lavoro, il Parlamento Europeo ha approvato il nuovo regolamento sulla portabilità dei contenuti digitali. Questo significa, che dal prossimo anno, i cittadini Europei potranno utilizzare i loro abbonamenti online a film, libri, servizi musicali, serie TV, eventi sportivi, video giochi e altri contenuti multimediali, ovunque si trovino all’interno dell’Unione Europea. In … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare


Sharing Economy: non si può fermare il futuro

Non si può fermare il futuro. Se le piattaforme di economia collaborativa hanno avuto una diffusione così rapida nel giro di pochi anni è perché i servizi tradizionali non sono stati capaci di soddisfare i bisogni dei cittadini, a volte dal punto di vista della qualità, altre volte dal punto di vista del prezzo, altre … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare